ACCEDI CON FACEBOOK

oppure

Accetto termini, condizioni e la normativa sulla privacy

Hai già un account? ACCEDI

ACCEDI CON FACEBOOK

oppure

Accetto termini, condizioni e la normativa sulla privacy

Non hai un account? REGISTRATI

Password dimenticata? RECUPERA

RECUPERA PASSWORD

Inserisci la tua email di registrazione

Accedi Registrati

NEWS

Tipi di runners: in quale categoria ti ritrovi?

05/06/2017 10:30

Tutti coloro che praticano running potrebbero appartenere ad una delle seguenti categorie: jogger, corridore amatore o agonista. E tu che tipo di corridore sei?

Durante tutto l’anno, con le splendide giornate di sole o sotto la pioggia, sono migliaia le persone che corrono nei posti più disparati. Ed il numero degli italiani che hanno voglia di cimentarsi in questo splendido sport cresce sempre di più. Proviamo a definire le tre tipologie di runners nelle quali ognuno di noi potrebbe ritrovarsi.

Jogger È l’atleta che vuole iniziare ad intraprendere questa disciplina, senza prendersi troppo sul serio. I motivi per cui prende questa decisione vanno dal benessere psico-fisico indotto dall’attività, quindi voglia di liberarsi dello stress quotidiano, alla facilità di accedere a questo sport, dato che basta una tuta ed un paio di scarpe da corsa per poter praticarlo. Anche gli amici che ci invitano a partecipare insieme a loro a questa sana disciplina, sono fonte di stimolo per iniziare a correre.
Corridore amatore È colui che si prefigge di raggiungere un obiettivo in termini di distanza e tempo, ma non si sente pressato nel raggiungere il risultato. Cerca di aumentare le sue capacità e di informarsi sulle tecniche da adottare. Partecipa a qualche corsa organizzata e per divertirsi si lascia coinvolgere con piacere dal mondo delle organizzazioni sportive.
Corridore agonista È il runner che ha obiettivi specifici, raggiunti i quali ne fisserà degli altri.

Si informa sulle tecniche di allenamento, misura le sue prestazioni con il cronometro e si confronta con gli altri atleti. Si allena per le gare e confronta le classifiche per riscontrare i suoi miglioramenti. Solitamente fa parte di una società sportiva nella quale cerca di confrontarsi nell’allenamento con i compagni.

Ovviamente non esiste il miglior o peggior corridore. Ognuno rispecchia ciò che la propria passione lo spinge a praticare running.
A prescindere dalla categoria a cui si appartiene, se si è appena iniziato questo splendido sport, bisogna sempre ricordare di procedere per gradi, senza sottoporre il fisico a pressioni, sia a livello fisico che psichico. E’ inutile e deleterio impegnarsi in corse estenuanti che affaticano i nostri muscoli e ci rendono stressati anche mentalmente. Non dovremmo pretendere di raggiungere i risultati nel breve tempo, perché il nostro organismo è una macchina sofisticata che può arrivare a straordinari traguardi, ma con i dovuti tempi.
Meglio pensare a quanto sia divertente correre, da soli o in compagnia, ascoltando la nostra playlist preferita, osservando ciò che ci circonda, specialmente se siamo al mare o in un parco, nel quale potremmo apprezzare i colori della natura che ci circonda in ogni stagione, e ai benefici dei quali godremo alla fine di una corsa, che sia lenta o veloce.

Fonte: runningitalia.it

Vedi tutte le news

sponsor
© 2017 | Un progetto articreative.it e salentofactory.com