ACCEDI CON FACEBOOK

oppure

Accetto termini, condizioni e la normativa sulla privacy

Hai già un account? ACCEDI

ACCEDI CON FACEBOOK

oppure

Accetto termini, condizioni e la normativa sulla privacy

Non hai un account? REGISTRATI

Password dimenticata? RECUPERA

RECUPERA PASSWORD

Inserisci la tua email di registrazione

Accedi Registrati

NEWS

Un’ora di corsa allunga la vita

07/06/2017 10:30

Ecco tutti i benefici del running

Secondo una recente ricerca, la corsa è lo sport più efficace in relazione all’innalzamento dell’aspettativa di vita: praticare running per un’ora aumenterebbe la durata di vita di 7 ore e diminuirebbe anche il rischio di morte prematura.
Gli studiosi del settore hanno evidenziato che rispetto ai non corridori, i runners tendono a vivere 3 anni in più, anche se corrono lentamente, mediamente 2 ore a settimana, per sei mesi nel corso della propria vita. I risultati ottenuti a marzo 2017 indicano anche che il running abbassa il rischio di morte prematura del 40% circa.
Naturalmente questo aumento di vita non è infinito e correre non rende immortali. Il guadagno del prolungamento ha un livello massimo di 3 anni, nonostante si continui a correre.
Parallelamente alla corsa, anche altre discipline sportive apportano benefici in merito all’aumento degli anni di vita, ma non allo stesso modo di questa attività.

Dunque quali sono i benefici apportati dal running al nostro organismo?
Gli studi dimostrano che la corsa fa bene all’apparato cardiocircolatorio, in quanto migliora l’efficienza cardiaca, la pressione sanguigna e la capacità aerobica, combatte l’ipertensione ed il colesterolo.


Correre ha un effetto preventivo dell’obesità, poiché aumenta la tolleranza agli zuccheri, regola il metabolismo dei grassi ed inibisce i processi di coagulazione del sangue; rafforza le articolazioni, riducendo il rischio di osteoporosi del 40% (in assenza di particolari patologie la corsa rinforza la cartilagine ed i legamenti); aumenta la densità ossea, rallentando la progressiva diminuzione in età avanzata; aiuta a combattere il cancro perché agisce indirettamente su alcune delle principali cause, come sovrappeso e disfunzioni delle difese immunitarie, e migliora la digestione, accellerando il processo di metabolizzazione del cibo.
Praticare la corsa, come qualsiasi attività sportiva, aiuta a non bloccare definitivamente la produzione dell’ormone della crescita che dopo i vent’anni inizia a diminuire, per fermarsi quasi intorno ai quaranta.

E non finisce qui. La corsa aiuta a riposare meglio ed a combattere l’insonnia, perché aumenta la produzione di serotonina nel cervello, l’ormone che influisce sulla frequenza sonno-sveglia.
Inoltre, il running stimola la produzione di endorfine, sostanze che innalzano la soglia del dolore, migliorando in questo modo il tono dell’umore. Un aumento della resistenza psico-fisica alla fatica genera un aumento dell’autostima e della fiducia in sé stessi, difatti questo sport è consigliato dai medici per pazienti affetti da depressione. Ci si libera dallo stress, si scaricano tensioni a collo, spalle e schiena e si riesce a tenere sotto controllo l’ansia.

Di tutte le forme di attività fisica esaminate, solo la corsa ha dimostrato questi effetti. Ovviamente bisogna anche considerare che coloro praticano la corsa mantengono anche uno stile di vita sano, prestano attenzione all’alimentazione e alla propria salute, e ciò influisce positivamente sulla propria aspettativa di vita.
Ed ora non ci resta che uscire ed iniziare a correre!

Fonte: runningitalia.it

Vedi tutte le news

sponsor
© 2017 | Un progetto articreative.it e salentofactory.com